Vicinanza alla famiglia di Lorenzo Parelli

Con profondo dolore e sconcerto abbiamo appreso la notizia della morte, avvenuta venerdì 21 gennaio, di Lorenzo Parelli, lo studente del centro di formazione professionale udinese ucciso da una trave d’acciaio, l’ultimo giorno del suo tirocinio. 

Che la vita di un diciottenne, con tutti i suoi progetti, le sue aspirazioni, la sua energia, si spezzi in questo modo, è qualcosa che si fatica anche solo a pensare, e che lascia senza parole. Sentiamo, sommessamente, di esprimere tutta la nostra vicinanza alla famiglia del povero Lorenzo, e di invitare tutti coloro che fanno parte della nostra comunità scolastica ad unirsi a questo pensiero.

La morte di Lorenzo ci tocca anche perché la nostra è una scuola che ogni anno impegna importanti energie nella realizzazione delle esperienze di alternanza scuola-lavoro e in ciò che vi si collega: cultura della sicurezza, conoscenza del mondo del lavoro nei suoi aspetti tecnici e in quelli giuridici e sociali.  Invitiamo quanti lo vorranno, in questi giorni, a scuola, a discutere di questi argomenti nella vita delle classi.

Riportiamo di seguito il comunicato che il direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Daniela Beltrame, ha voluto pubblicare, a nome delle scuole di tutta la nostra Regione:

Il nostro Ministro dell'Istruzione, professor Patrizio Bianchi, ha espresso il messaggio di cordoglio per la tragedia che ha colpito lo studente Lorenzo Parelli, che frequentava lo stage organizzato dal Centro di Formazione Professionale dell’Istituto Bearzi di Udine: “La morte di un ragazzo di 18 anni durante una esperienza di stage provoca profondo dolore. Incidenti come questo sono inaccettabili, come inaccettabile è ogni morte sul lavoro. Il tirocinio deve essere una esperienza di vita. Esprimo il mio più profondo cordoglio e la vicinanza alla famiglia. Dobbiamo mettere tutto il nostro impegno, come istituzioni, a lavorare con più forza perché' episodi come questo non si ripetano più”. 

Il direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia assieme a tutti i dirigenti amministrativi, ai dirigenti tecnici, anche in rappresentanza dei dirigenti scolastici, si uniscono al messaggio del Ministro prof. Bianchi per esprimere la vicinanza di tutta la comunità scolastica regionale al dolore immenso della famiglia di Lorenzo. Non ci sono parole per esprimere lo sconforto, la tristezza, il senso di impotenza che ci avvolgono tutti.

Il Dirigente Scolastico

Piervincenzo Di Terlizzi

Ultima modifica il 24-01-2022 da ALBERTO ASTOLFI