Artigianato elettronico e digitale


Dal 17 gennaio 2020 si avvia il corso di "Artigianato elettronico e digitale" della durata di 60 ore rivolto a trenta allievi delle classi quarte e quinte dell'IPSIA. 

Tale corso vuole porre le condizioni per la costruzione di tesine per l'Esame di Stato di tipo sperimentale, favorendo così un approccio alla conoscenza attraverso il “fare” e l’esperienza diretta della progettazione e costruzione, con l’uso di strumenti di sviluppo digitale e la realizzazione di prototipi elettrico/elettronici.

La maggior parte degli allievi possiede delle competenze di programmazione (coding) di base, avendo già affrontato nel corso del percorso scolastico “Scratch”, cioè un tool di programmazione visuale a blocchi.

La realizzazione di prototipi digitali è favorita negli ultimi anni dalla disponibilità di strumenti open source e open hardware, sorretti da comunità attive e dinamiche. Uno di questi, la piattaforma Arduino, è composta da un set di schede di prototipazione, da un proprio linguaggio di programmazione e da un proprio ambiente di sviluppo, caratterizzati anche da economicità e semplicità.

Il modulo prevede lo sviluppo di competenze basiche di programmazione, a partire dall’impiego di strumenti di programmazione anche visuale, l’impiego della piattaforma Arduino insieme ad altri strumenti di prototipazione elettronica, per lo sviluppo e la realizzazione di applicazioni anche robotiche.

Il corso sarà guidato dal docente Nicola Benedet, esperto di artigianato digitale.

Il corso è finanziato tramite il contributo dei Fondi PON, Fondo Sociale Europeo, Avviso 2669 del 03/03/2017, finalizzato allo sviluppo di "Pensiero computazionale e cittadinanza digitale".

Ultima modifica il 15-01-2020 da ALBERTO ASTOLFI